Primi Piatti

Calamarata

Benvenuti nella mia cucina! Oggi vi suggerisco un primo piatto sfizioso, ottimo da offrire ai vostri ospiti durante le feste natalizie, la “calamarata”, un tipo di pasta a forma di anello di calamaro. La calamarata, viene condita con un sughetto a base di calamari e pomodorini, nel quale pasta e calamari si confondono tra di loro. Ho deciso di preparare questo squisito piatto, utilizzando una cottura della pasta particolare, la cottura risottata. Viene cucinata come se si trattasse di un risotto e favorisce il legame tra la pasta stessa e il condimento. Seguite tutti i passaggi semplici della ricetta e realizzate anche voi questo saporito primo piatto.




Ingredienti

  • 300 g di calamari freschi
  • 200 g di pasta (calamarata)
  • 1 lt di brodo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 pizzico di peperoncino 
  • 7 pomodorini
  • vino bianco q.b.
  • olio EVO q.b
  • prezzemolo q.b.

Video Ricetta sul mio canale YouTube

Preparazione

Iniziamo a preparare la calamarata, pulendo bene i calamari. Stacchiamo delicatamente la testa, facendo attenzione ad eliminare gli occhi, stacchiamo il becco, che si trova al centro dei tentacoli, (quella parte dura), mettiamo da parte i tentacoli. Adesso togliamo le interiora dei calamari, sfilando tutto ciò che si trova all’interno, non dovrà rimanere niente. Quindi, li sciacquiamo sotto l’acqua e li puliamo per bene.

Possiamo procedere a tagliare ad anelli i nostri calamari e tenerli da parte.

Ora possiamo dedicarci alla preparazione della pasta con cottura risottata. Per prima cosa mettiamo a bollire il brodo.

In una padella mettiamo un filo d’olio e l’aglio tagliato a dadini piccoli, uniamo un pizzico di peperoncino e facciamo soffriggere il tutto, per pochi secondi.

Aggiungiamo i calamari e li facciamo rosolare per 1 minuto, dopo sfumiamo con il vino bianco e lo facciamo evaporare completamente.

Appena il vino si è assorbito, uniamo i pomodorini, tagliati a pezzi piccoli, e facciamo cuocere qualche minuto.

E’ arrivato il momento di aggiungere la pasta, quindi, la versiamo direttamente in padella e la facciamo tostare per qualche secondo.

Dopo uniamo il brodo poco per volta, mi raccomando il brodo deve sempre bollire prima di unirlo alla pasta, saliamo, copriamo e lasciamo cuocere.

Quando il brodo si sta per assorbire, versiamone ancora. Continuiamo così fino a cottura della pasta, lasciando sul fondo un buonissima cremina. 

Infine, aggiungiamo il prezzemolo spezzettato e la pasta è pronta per essere gustata.

Buon appetito!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *